GO NAGAI 50TH ANNIVERSARY EXHIBITION CON TOKYOTIGER
Settembre 12, 2019
LADY OSCAR COMPIE 40 ANNI☆ my cel collection
Ottobre 14, 2019

Se in Giappone la primavera è scandita dall’avvento dell’ Hanami (花見), la tradizionale usanza che consiste nell’ammirare la fioritura dei ciliegi, in autunno il protagonista indiscusso è invece il Momiji (紅葉). Tradizione vuole che da inizio ottobre a fine novembre si possa godere della bellezza delle foglie rosse degli aceri e di quelle oro del Ginkgo. Se siete curiosi di sapere quali sono i miei posti preferiti dove ammirare il Momiji eccovene qui sette!

1🍁DAIGO-JI PAGODA

Inserito dall’UNESCO nella lista del patrimoni dell’umanità, il tempio Daigo-ji è facilmente raggiungibile con una mezz’ora di bus da Kyoto. Il luogo fa parte del complesso di Sanbō-in all’interno del quale si può accedere a vari templi, tutti circondati da giardini curatissimi. Questo tempio è il più distante di tutti ma incastonato in una cornice davvero da sogno.

Consiglio la visita durante la stagione autunnale ma se vi capita di farci un salto anche in estate vi posso garantire che non ve ne pentirete. Un’isola di pace e pochissimi turisti. In autunno il luogo è molto più trafficato ma merita comunque. Tornerò per fare foto migliori (con il cielo nuvoloso si spera).

2🍁RURIKOIN

Questo gemma di rara bellezza si trova ad un’oretta da Kyoto. Per arrivarci occorre cambiare tre treni per cui mi raccomando, alzatevi presto! La vista dalla stanza con il tavolo riflettente è molto affollata ma ne vale davvero la pena perchè lo spettacolo leva il fiato.

Arrivati sul posto occorre acquistare immediatamente il biglietto perchè in autunno c’è parecchia fila. Chiudendo presto bisogna calcolare bene tra tempi di attesa e il tramonto che in autunno -si sa- arriva prima. Il tempio non è aperto tutto l’anno, quindi è necessario controllare il sito per evitare un viaggio a vuoto.

3🍁ENKO-JI TEMPLE

A due passi dalla Villa imperiale di Shugakuin a nord-est di Kyoto, vale la pena visitare il Tempio di Enko-ji per i suoi straordinari giardini, la posizione panoramica e il fogliame autunnale. Il tempio appartiene alla setta buddista Zen Rinzai. Un tempo era una collegio femminile.

Passeggiando tra il fogliame giallorosso potrete imbattervi in questa statuetta carinissima. È un Jizo, il protettore dei viaggiatori e dei bambini defunti (o mai nati) ed è una delle divinità più amate. In Giappone spesso capita di incontrare statue in pietra di Jizo nei templi, nei santuari, nei cimiteri e agli incroci di strade così che possa proteggere e guidare il viandante nella scelta del percorso migliore.

L’ho trovato talmente kawaii che non ho saputo resistere dal piazzargli una fogliolina di acero sul capo augurarandogli anche una “buona giornata”. Poco piú in là il gradevole suono del suikinkutsu (水琴窟), un tipico ornamento musicale dei giardini tradizionali giapponesi che ha reso ancora più suggestiva l’atmosfera Zen del tempio.

4🍁RIKUGI-EN

Il Rikugi-en un parco metropolitano di Tokyo situato nel quartiere speciale di Bunkyō. Rikugi-en significa letteralmente “Giardino dei sei princìpi”, in riferimento i sei elementi basilari che regolano la poesia tradizionale giapponese Waka. Anche da qui la posizione panoramica consente di ammirare il parco anche dall’alto. Approfittate della “golden hour” verso il tramonto per scattare le foto.

Ma è di notte che lo spettacolo si accende con i suoi mille riflessi di luci e alberi affacciati nello specchio d’acqua del parco. Unica pecca non è ammesso l’utilizzo del cavalletto fotografico per cui tocca trattenere il fiato per scattare foto nella speranza di evitare il micro mosso. Visita estremamente consigilata.

5🍁TŌ-JI PAGODA

Con i suoi 55 metri di altezza Tō-ji è la struttura in legno e la pagoda più alta del Giappone nonchè uno dei simboli di Kyoto. Fu costruita da Kodo-daishi nell’826 d.C. e bruciò ben 4 volte prima di essere abbattuta da un fulmine. La presente pagoda fu costruita dal terzo Shōgun Tokugawa Iemitsu nel 1644. Dentro vi sono le immagini di 4 Buddha e dei loro seguaci, i grandi otto Bosatsu.

Immancabile la mascotte dell’escursione fotografica. Per realizzare questa foto una signora giapponese mi ha aiutata a raccogliere e a disporre il fogliame in modo corretto. Che tenerezza!

6🍁SHINJUKU (TOKYO)

Anche i grattacieli che svettano tra le lingue di asfalto hanno il loro perchè se abbracciati dalle foglie autunnali. Due alberelli dorati in mezzo ai palazzi ed il gioco è fatto. Ecco Tokyo in autunno. Per il panorama basta salire al dodicesimo piano del Takashimaya di Shinjuku e lo spettacolo è assicurato. E tutto rigorosamente gratis!

7🍁KANSEN-EN KOEN

Con poche fermate di bus da Higashi Shinjuku (dove viviamo) si arriva a Waseda dove con 10 minuti scarsi a piedi è possibile raggiungere il parco Kansen-en. Poco trafficato rispetto al più noto Gyoen anche questo parco si aggiudica una posizione di tutto rispetto nella mia personale graduatoria dei posti più belli dove poter ammirare il momiji.

Per poter scattare qualche foto “diversa” durante il momiji potete portare a spasso i vostri pupazzi preferiti e realizzare così delle istantanee del tutto fuori di testa ma molto personali e divertenti. Qui Mojakko pare divertirsi come non mai perfettamente mimetizzato tra tutto questo fogliame.

Ci sarebbero altri mille luoghi perfetti per ammirare il momiji in Giappone ma mi sono limitata a selezionare solo i miei 7 posti preferiti, quelli che sono legati a dei ricordi ed hanno un posto speciale nel mio cuore,

Alla prossima e non dimenticate di salutarmi lui: il meraviglioso, kawaissimo “nanetto” di Enko-ji.

Tutte le foto dei miei articoli (blog, pagina facebook e Instagram) sono scattate da me si prega pertanto di non utilizzarle senza il mio consenso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.